A Reggio Emilia il duo Calori & Maillard

Il duo Calori & Maillard interpreta i cambiamenti e le trasformazioni contemporanee nel lavoro fotografico Energia Potenziale a cura di Daniele De Luigi, collocato all’interno dei panorami di archeologia industriale delle Officine Reggiane e dei ponti di Calatrava.

L’intervento artistico del duo Calori & Maillard alle Reggiane, unendo all’uso della fotografia la scultura e la performance, – afferma il curatore Daniele De Luigi – penetra il denso universo di immagini e tracce, memorie e segni, raschiando la superficie dell’ampio spettro visibile. Proseguendo il progetto recentemente avviato Fashion Show – incentrato sull’uso delle forme architettoniche come rappresentazione del potere, in relazione al corpo e alle dinamiche sociali – provocano l’apparizione di due personaggi bizzarri ed enigmatici che si inseriscono e agiscono nel paesaggio, costituendo un elemento dissonante. Indossano sculture cariche di simboli che rinviano a forme e figure di rappresentazione del potere, ma appaiono fuori dalla linearità della Storia.”

 

I risultati di questo lavoro sono riportati nel cuore della città dal 6 novembre al 3 dicembre attraverso l’affissione delle immagini in spazi destinati alla pubblicità e dal 10 novembre in un allestimento open air in piazza Casotti. Infine la narrazione del processo creativo del progetto Energia potenziale sarà documentata dal video a cura della casa di produzione cinematografica Diaviva che sarà presentato il 18 novembre, alle ore 18, allo Spazio Gerra di Reggio Emilia, in occasione dell’inaugurazione della mostra Officine Reggiane Archivio storico, capitolo 2 (18 novembre 2017 – 18 marzo 2018).

L’incontro del 1 dicembre allo Spazio Gerra, alle ore 18.00, approfondirà il progetto con le due artiste, oltre al curatore Daniele De Luigi, ai rappresentanti del progetto nazionale di Residenze di Fotografia in Italia – Panorami Contemporanei e Luoghi in Trasformazione e all’assessore a educazione e conoscenza del Comune di Reggio Emilia Raffaella Curioni.

L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto Panorami contemporanei e luoghi in trasformazione promossa dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MiBACT con GAI in collaborazione con i Comuni di Bari, Perugia e Reggio Emilia.

ULTIME DAL BLOG
Nessun commento

Invia un commento