Letture portfolio

Photo editor ed esperti del settore il 18 e 19 aprile saranno a disposizione di fotografi, professionisti e non, già noti o emergenti, per visionare il loro lavoro e dispensare consigli e suggerimenti. Un’opportunità anche per far conoscere e promuovere il proprio lavoro e sviluppare la propria carriera di autori.

 

I 3 migliori portfolio verranno premiati con l’accesso all’Italy Photo Award, la pubblicazione dle proprio lavoro sulla rivista online Yet Magazine, un workshop con artista professionista in collaborazione con Spazio Fotografia San Zenone.

Maria Pia Bernardoni è una curatrice specializzata in fotografia con una stretta connessione con l’Africa. E’ da sempre impegnata nella gestione di progetti artistici interculturali che offrano una prospettiva diversa in merito alle questioni di genere o al fenomeno della migrazione e che aiutino a creare cambiamenti positivi.

Dal 2015 è curatrice dei progetti internazionali per l’African Artists’ Foundation e il festival di fotografia LagosPhoto. In questa veste, ha co-curato la mostra “Day your Lane” al Bozar Museum di Bruxelles e “Tear my Bra” a Les Rencontres d’Arles nel 2016. Ha anche curato la mostra “AfricAfrica” ​​al Palazzo Litta di Milano nel 2018. Ha fatto parte del team curatoriale per la ultime cinque edizioni del LagosPhoto Festival, in Nigeria dal 2015 al 2019.

Parallelamente, Maria Pia si è occupata di sviluppare progetti attorno al tema della migrazione e dell’accoglienza in Europa. Di recente ha collaborato al progetto di Patrick Willocq “La mia storia è una storia di speranza” e ha diretto il cortometraggio “If I Left My Country”, entrambi esibiti a Les Rencontres d’Arles nel 2018.

 

Maria Pia Bernardoni legge i portfolio:

SABATO 18 APRILE ore 10-13.20

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Claudio Composti è nato a Milano nel 1973. Nel 2009 a Milano, con Vincenzo Maccarone, fonda la mc2gallery di cui è Art Director. Curatore e consulente privato per collezionisti, è talent scout di giovani fotografi, ed organizza mostre di giovani fotografi italiani e stranieri di fama internazionale – come Antoine D’Agata, Jacob Aue Sobol, Michael Ackerman – sia in spazi pubblici che festival di fotografia che gallerie italiane ed estere o centri di fotografia, tra cui Leica Italia a Milano e Bologna. È da anni portfolio Reviewer ai festival di fotografia quali il Vogue Photo Festival di Milano, il PhotoLux Festival di Lucca o Fotografia Europea a Reggio Emilia, Il Festival Fotografico Europeo di Busto Arsizio e ai Les Rencontres d’Arles, in Francia. Nel 2016 ha fondato Periscope Photoscouting, una piattaforma online di consulenza per aiutare fotografi emergenti o gli artisti che utilizzano il mezzo fotografico a fare – o imparare a fare – editing di progetti conclusi o in divenire e li mette in contatto con curatori, galleristi e photo festival.

 

Claudio Composti legge i portfolio:

SABATO 18 APRILE  ore 10-13.20

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Laura Davì (Aigle, Svizzera, 1965), è photo editor indipendente e giornalista, svolge il lavoro di photo tutoring, photo editing, lettura portfolio. Dal 1995 ha collaborato con varie testate, Colors, Dove, Carnet, Psychologies e Collectible Dry, tra le altre.

È curatrice e photo editor alla Galleria Expowall di Milano e membro del network Yourpictureditor. Insegna fotografia presso Chippendale Studio e Bottega Immagine a Milano, Musa Fotografia a Monza e si occupa di educazione in vari istituti di formazione. È tutor ospite del progetto 18/25 di Fotografia Europea 2020 a Reggio Emilia.

 

Laura Davì legge i portfolio:

SABATO 18 APRILE  ore 10-13.20

Ángel Luis González Fernández è direttore di PhotoIreland, festival dedicato a stimolare un dialogo critico sulla fotografia. L’organizzazione gestisce The Library Project, uno spazio a Dublino che ospita la collezione di libri fotografici di PhotoIreland, una libreria d’arte e una galleria. È responsabile di libri come “Martin Parr’s Best Books of the Decade”, New Irish Works ed TLP Editions. Nel 2019, PhotoIreland ha lanciato un progetto rivolto al pubblico per indagare su musei e fotografia, “The Museum of Contemporary Photography of Ireland”, che ha funzionato per un mese come spazio espositivo di 2000 metri quadrati. Il progetto torna ogni anno nel mese di luglio come parte del PhotoIreland Festival, diventando infine uno spazio museale completo.

 

Ángel Luis González Fernández legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 14.40-17.40

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Mélissa Jollivet è giornalista e photo editor del settimanale Internazionale dal 2000. Laureata in lettere moderne, si è trasferita a Roma da Marsiglia nel 1999.
A Internazionale si occupa in particolare della ricerca iconografica per gli articoli di approfondimento, spaziando dal reportage alla fotografia concettuale, con un interesse particolare per il fotogiornalismo. Per un anno e mezzo è stata photo editor di Extra, la serie di speciali di Internazionale. Ora è photo editor di Internazionale Kids, il mensile di Internazionale per bambine e bambini.

 

Mélissa Jollivet legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 10-13.20 e 14.40-17.40

Marcella Manni, fondatrice di Metronom. Laureata in Filosofia all’Università di Bologna, si perfeziona in gestione museale alla Luiss Business School di Roma e consegue un diploma di master di secondo livello in Consulenza Filosofica a Ca’ Foscari, Venezia nel 2009. Ha lavorato presso la Galleria d’Arte Moderna di Bologna, occupandosi dell’organizzazione di mostre prima e come responsabile dell’ufficio comunicazione del MAR di Ravenna, è stata poi editor per la casa editrice Damiani. Con Metronom ha curato, tra le altre, mostre di Taisuke Koyama, Sanna Kannisto, Martina della Valle, Christto&Andrew e Kenta Cobayashi. Ha promosso il progetto di residenze LIVEstudio e dal 2015 cura il progetto Generazione Critica, un convegno annuale dedicato alla critica d’arte, la collana di libri omonima e il sito generazionecritica.it. Ha fondato la casa editrice Metronom Books nel 2017 e dal 2018 promuove Digital Video Wall, un progetto espositivo dedicato al video e all’arte digitale che trova spazio nel video wall di Metronom. E’ docente al Master sull’immagine contemporanea di Fondazione Modena Arti Visive.

 

Marcella Manni legge i portfolio:

SABATO 18 APRILE  ore 10-13.20

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Dal 2015 fa parte del dipartimento fotografico di Vogue Italia.

É contributor di Vogue.it, photo editor della piattaforma PhotoVogue e co-curatrice, assieme ad Alessia Glaviano, del Photo Vogue Festival. Francesca inoltre si occupa della produzione delle mostre fotografiche di Vogue Italia e della creazione di contenuti per l’account Instagram del magazine.

Nel 2018 ha curato una serie di talk sulla fotografia contemporanea per Affordable Art Fair (Milano), ha co-curato la mostra “Italian Panorama” presso Armani/Silos e ha fatto parte della giuria di Ooshot Award (Parigi). Negli ultimi due anni è stata lettrice portfolio per Blink Portfolio Review (New York), ha fatto parte della giuria di Photolucida’s Critical Mass e ha collaborato con PHmuseum Women Photographers Grant.

Nel 2019 ha preso parte a “Scouting for India”(Mumbai), il progetto di Vogue Talents in collaborazione con FAD International Academy, e ha fatto parte della giuria di Fresh Eyes (GUP magazine). Francesca collabora regolarmente con diversi festival di fotografia e scuole in veste di portfolio reviewer e lecturer.

 

Francesca Marani legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 14.40-17.40

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Sara Munari nasce a Milano ma gira il mondo. Espone in Italia ed Europa presso gallerie, Festival e musei d’arte contemporanea. Fa da giurata e lettrice portfolio in Premi e Festival Nazionali. Gira l’Italia per tenere conferenze, corsi e letture portfolio. Scrive quattro libri di teoria sulla fotografia e ne pubblica di 4 di sue fotografie. Ha un bel Blog saramunari.blog/ . Apre nel 2019 Musa Fotografia, centro per corsi, mostre, presentazioni e tutto ciò che riguarda la fotografia, a Monza. Ottiene premi e riconoscimenti a livello internazionale. Docente di Storia della fotografia e comunicazione visiva presso Istituto Italiano di Fotografia e di Linguaggio e Costruzione del racconto fotografico in molte sedi italiane.

Si diverte con la fotografia, la ama e la rispetta e non sa perché ha scritto in terza persona…forse fa finta di non conoscersi.

www.saramunari.it/

 

Sara Munari legge i portfolio:
DOMENICA 19 APRILE  ore 10.20-13.20

Giuseppe Oliverio (Bologna, 1985) è un imprenditore e curatore italiano. Nel 2011 si trasferisce a Buenos Aires per dare vita a PHmuseum e alla sua piattaforma online lanciata nel giugno 2012. Nel 2015 trasferisce il progetto a Londra e a marzo 2020 apre una sede secondaria a Bologna per organizzare workshop, incontri e attività sul territorio.

Fra le varie attività, PHmuseum è noto per il suo programma di Grants, che offre annualmente €35.000 in premi in denaro oltre a mostre a festival internazionali di fotografia e l’opportunità di pubblicare su riviste come Vogue Italia e Witness di World Press Photo. Max Pinckers, Diana Markosian, Sanne De Wilde e Tomas Van Houtryve sono solo alcuni dei vincitori delle passate edizioni, mentre Erik Kessels, Kathy Ryan, Roger Ballen, François Hébel, and Sarah Leen fra i professionisti chiamati in giuria.

Giuseppe ha lavorato come giurato di premi internazionali fra cui Magenta Foundation’s Flash Forward, UPI’s The Fence, Happiness OnTheMove e come lettore a festival di fotografia come Unseen, Photo Vogue Festival e Visa Pour L’Image.

Nel 2020 ha supervisionato e pubblicato Familiar Stranger, il primo libro di PHmuseum sulla fotografia da dispositivo mobile e co-curato la relativa mostra presentata a Bologna presso Spazio Labo’.

 

Giuseppe Oliverio legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 14.40-17.40

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Milano, Donata Pizzi ha poi proseguito gli studi presso la John Cass School of Arts di Londra e il West Surrey College of Art and Design, Regno Unito. A partire dal 1980 ha lavorato con la fotografia e come fotografa archivista e picture editor per riviste e pubblicazioni; era a capo del ramo romano di The Image Bank, in seguito noto come Getty Images. Successivamente ha intrapreso la carriera di fotografa free-lance, lavorando per riviste internazionali e importanti aziende italiane, producendo libri e mostre. Dal 2014 ha creato una collezione unica di fotografe donne italiane. La Collezione Donata Pizzi è stata recentemente esposta alla Triennale di Milano nel 2016-2017, al Palazzo delle Esposizioni, a Roma nel 2018, e al Museo di Santa Giulia, a Brescia nel 2019.

 

Donata Pizzi  legge i portfolio:

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Cecilia Pratizzoli, è l’ideatrice e fondatrice di Italy Photo Award, premio nazionale per la fotografia
d’autore, dedicato alla valorizzazione e diffusione della cultura fotografica italiana nel panorama
dei festival fotografici e fondatrice del Premio Editoriale Voglino.

Art Director e fotografa, Collabora attivamente con fondazioni, aziende, nell’ambito della consulenza e produzione di progetti corporate e curatela di mostre. Si dedica ad attività formative in collaborazione con le scuole di arte visiva accompagnando la ricerca artistica di giovani creativi, nella scoperta della propria identità e costruzione del concept e del layout del proprio progetto editoriale ed espositivo.

Nel 2018 fonda Home For Photography, House Platform che accoglie progetti incentrati sulla
ricerca e sullo sviluppo della fotografia d’autore. Direttrice artistica, organizzatrice ed esperta di eventi nel settore dell’arte fotografica, ha fondato nel 2012 e diretto per cinque edizioni, Frame Foto Festival.

Nell’ambito della sua ricerca svolge corsi di formazione, workshop e laboratori esperienziali
dedicati alla persona come esperta nei processi formativi e pedagogista nel mondo delle arti visive.

 

Cecilia Pratizzoli legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 14.40-17.40

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Alberto Prina da ieri ha intrapreso la professione fotografica, ma è un fotografo da sempre.
Pensando alla filosofia e con la fotografia in testa, si laurea in fisica, fino a quando non potrà
più rimandare. Fondatore nel 1989 del Gruppo Fotografico Progetto Immagine, ha ideato e coordina il
Festival della fotografia Etica dalla sua prima edizione nel 2009.
Collabora con grande interesse a Festival, eventi e gallerie fotografiche per la diffusione del
fotogiornalismo e della fotografia documentaria. Dirige uno spazio espositivo, laboratorio
creativo e di condivisione della cultura.
Come fotografo di reportage e fotogiornalista sviluppa progetti complessi nel campo della
comunicazione fotografica, multimedia e fotografia collaborativa.
Docente organizza corsi e workshop sul linguaggio per immagini e sul reportage.

 

Alberto Prina legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 10.00-13.20

Arianna Rinaldo è una libera professionista che si occupa di fotografia a tutto campo. E’ il direttore artistico del festival internazionale di fotografia, Cortona On The Move. Per quasi 10 anni ha diretto Ojodepez, trimestrale dedicato alla fotografia documentaristica.

La relazione con la fotografia inizia nel 1998, quando a New York diviene direttore d’archivio dell’agenzia Magnum Photos. Tornata in Italia nel 2001, lavora come photo editor della rivista Colors, per la quale commissiona progetti di documentazione a livello internazionale.

Dal 2004 al 2011, a Milano, è stata consulente e curatrice per progetti di mostre e varie pubblicazioni, tra le quali per 4 anni D, il supplemento settimanale del quotidiano La Repubblica. Partecipa regolarmente come reviewer a letture di portfoli dei più importanti festival fotografici in Europa e nel mondo e come membro di giurie internazionali. E’ stata parte della giuria del World Press Photo nel 2009.

 

Arianna Rinaldo legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 10.00-13.20

Paola Sammartano, giornalista professionista, è corrispondente per l’Italia de L’Œil de la Photographie, quotidiano francese dedicato alla sola fotografia, ed è associata alla Stampa Estera Alta Italia. Si è occupata di immagine, fotografia e comunicazione iconografica sulle più note riviste nazionali di settore. Autrice di monografie sui grandi nomi della fotografia, ha lavorato come editor e photoeditor per riviste sulla natura, come Mondo Sommerso, e per periodici di divulgazione scientifica, di turismo e d’arte, curando anche mostre ed eventi fotografici. Come fotografa specializzata in architettura e reportage, fino agli anni duemila, ha prodotto servizi e mostre dal taglio innovativo, oltre a progetti di documentazione del territorio.

 

Paola Sammartano legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 10.00-13.20 e 14.40-17.40

È photo editor del quotidiano La Repubblica per il quale si occupa dell’edizione cartacea nazionale e di alcuni inserti tematici settimanali.

Si interessa di immagine, di teoria della fotografia e dell’arte attraverso la progettazione di laboratori, opere di arte pubblica e ricerche fotografiche. È laureata in geografia e diplomata in fotografia al CFP Bauer a Milano. Per diversi anni ha lavorato come assistente nello studio di Francesco Jodice.

Come fotografa ha svolto progetti commissionati dal Museo di Fotografia Contemporanea MuFoCo e dall’Istituto Beni Culturali Emilia-Romagna. Ha esposto a Milano presso CareOf e a Torino presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo nell’ambito della mostra “Altro dalle immagini. Da Guarene all’Etna 2014”.

 

Giulia Ticozzi  legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 10-13.20 e 14.40-17.40 

Salvatore Vitale (nato nel 1986 a Palermo, Italia) è un visual artist ed editore con sede in svizzera. Nella sua pratica e ricerca artistica a più livelli, il lavoro di Vitale si concentra sullo sviluppo personale e sociale, sulle società e sulle strutture di potere moderne, sulla politica visiva e sullo sviluppo tecnologico, facendo uso di media diversi e livelli multipli di narrazioni visive. Il suo lavoro è stato premiato a livello internazionale, tra Foam Talent (2018), il premio Punctum (2018) e Borsa di ricerca Pro Helvetia Shanghai (2019-2020).

L’opera di Vitale è stata esposta in musei e festival fotografici, con mostre personali presso la Swiss Foundation for Photography Winterthur (2018) , Hamburg Triennale of Photography (2018). Altri mostre includono Foam Photography Museum Amsterdam (2019), Deutsche Börse Photography Foundation (2019), OCAT Shenzhen (2018), Kibla Contemporary Art Space Maribor (2019), T3 Photo Festival Tokyo (2017) e Lianzhou Foto Festival (2018).

Vitale è docente alla Lucerne University of Applied Sciences and Arts (HSLU) dove dirige il programma Transmedia Storytelling. Ha diretto seminari in tutto il mondo ed è docente ospite presso la Royal Academy of Arts (KABK), il
Il Paris College of Arts (PCA), la University of South Wales (USW) e la University of the West of England, Bristol (UWE), per citarne solo alcuni. Vitale è anche co-fondatore e caporedattore della rivista YET, una rivista di fotografia internazionale con sede in Svizzera che si concentra sull’evoluzione della pratica fotografica nel campo dell’arte contemporanea.

 

Salvatore Vitale legge i portfolio:

SABATO 18 APRILE  ore 14.40-17.40

Duncan Wooldridge è un artista, scrittore e curatore che risiede a Londra, Regno Unito. Nella sua pratica artistica e curatoriale si concentra sulla relazione della fotografia con l’arte contemporanea, la materialità fotografica e l’astrazione. Scrive regolarmente per 1000 Words Magazine e FOAM, Art Monthly e Artforum. Attualmente sta completando un libro sulla fotografia come esperimento. Nel 2019, ha curato per il Peckham 24 Festival la mostra Moving The Image: Photography and its Actions. Le mostre precedenti includono John Hilliard: Not Black and White e Anti-Photography. Duncan è direttore del corso di fotografia presso il Camberwell College of Arts, University of the Arts di Londra.

 

Duncan Wooldridge legge i portfolio:
SABATO 18 APRILE  ore 14.40-17.40

DOMENICA 19 APRILE ore 10.20-13.20

Quando

Sabato 18 Aprile ore 10 – 13.20 e 14.40 – 17.40
Domenica 19 Aprile ore 10.20 – 13.20
Non tutti i lettori saranno disponibili sia sabato che domenica, per le specifiche controllare la tabella delle iscrizioni.

Dove

Biblioteca Panizzi, Sala Sol Lewitt (1° piano)
via Farini 3 – Reggio Emilia

 

Costo

Ogni lettura costa 35 € (iva compresa)

Ogni lettura durerà fino a 20 minuti.
Meglio portare progetti già stampati, ma chi volesse potrà mostrarli anche attraverso supporto digitale (allaccio elettrico disponibile).
I lettori stranieri parleranno in inglese 

 

Ogni partecipante potrà iscriversi ad una o più letture a sua scelta fino a esaurimento disponibilità. Non sarà in ogni caso acquistabile più di una lettura con lo stesso lettore.

 

In caso di impossibilità a partecipare la quota non verrà restituita, sarà però possibile sostituire il partecipante.

Sarà possibile l’iscrizione online fino a Giovedì 16 Aprile.  Gli slot eventualmente disponibili potranno essere acquistati direttamente, presentandosi in Biblioteca Panizzi sabato 18 e domenica 19 aprile.

PREMI

 

Ogni lettore segnalerà il portfolio ritenuto più meritevole che andrà a comporre la shortlist per l’assegnazione dei premi.
I tre vincitori verranno selezionati da Cecilia Pratizzoli, Salvatore Vitale e Walter Guadagnini.

 

  Accesso a Italy Photo Award 

Il premio, nato per la valorizzazione e diffusione della cultura fotografica italiana, ha l’obiettivo di far emergere giovani talenti a fianco di fotografi affermati, offrendo loro un panorama internazionale di visibilità e opportunità in centri d’arte, gallerie, redazioni e le migliori agenzie di fotografi.

 

  Pubblicazione sul sito di YET Magazine

YET mgazine, con sede in Svizzera, è una pubblicazione dedicata alla fotografia internazionale contemporanea. Fondata nel 2012, ha l’obiettivo di presentare diversi stili di fotografia, senza alcuna restrizione in genere, mezzo o tema. Insieme ai progetti fotografici, vengono pubblicate anche recensioni, approfondimenti e interviste con i principali attori del settore.

 

  Workshop con artista professionista in collaborazione con Spazio Fotografia San Zenone

A disposizione un posto per un workshop entro aprile 2021. Il programma e le date disponibili verranno comunicati appena possibile. Spazio Fotografia San Zenone è spazio espositivo e luogo di incontro per chi si affaccia al mondo della fotografia, proponendo corsi base ed avanzati, oltre a workshop specifici per chi desidera espandere le proprie capacità tecniche ed artistiche.