>> >> >>> > > >>>

Sex & Revolution! Immaginario, utopia, liberazione (1960-1977)

Sex & Revolution! Immaginario, utopia, liberazione (1960-1977)

A cura di Pier Giorgio Carizzoni. Direzione scientifica di Pietro Adamo
Realizzazione: Associazione Culturale Dioniso

 

La mostra indaga la genesi delle trasformazioni nel modo di concepire e vivere la sessualità tra gli anni ’60 e ’70, attraverso oltre 300 reperti d’epoca: sequenze cinematografiche, fotografie d’autore, fumetti, rotocalchi, libri, locandine di film, brani musicali, installazioni multimediali, ambientazioni con oggetti di design, musica e molto altro.

Il percorso espositivo, suddiviso per aree tematiche, è scandito da alcuni oggetti simbolo: pillola anticoncezionale, vibratore, accumulatore orgonico, super 8, frusta, minigonna.

 

Dagli studi freudiani di fine Ottocento alle ricerche di Wilhelm Reich fino alle prime ricerche di sessuologia che aprirono la strada a rilevanti battaglie politiche e culturali si passa all’approfondimento del rapporto tra sesso e letteratura e ai percorsi della censura e dei processi che colpirono autori quali Lawrence, Miller e altri. I mutamenti di costume innescati da questi processi culturali – tra gli anni cinquanta e sessanta – favoriscono la creazione di prodotti cinematografici ed editoriali fortemente innovativi. In mostra le prime copertine di riviste internazionali come Playboy (le foto delle dive di Angelo Frontoni) e Penthouse, delle omologhe italiane Playmen e Le Ore.

 

La mostra documenta le proteste studentesche, le battaglie femministe (per la legittimazione della contraccezione e dell’aborto – in mostra foto di Paola Mattioli) e i movimenti di liberazione omosessuale che hanno animato gli anni Sessanta.

Ampio spazio inoltre agli scrittori della Beat generation e della controcultura che hanno portato nei media, nella vita quotidiana e nella coscienza collettiva i temi della liberazione del corpo, della funzione gioiosa dell’erotismo, di un più equilibrato rapporto uomo-donna, diffondendo stili di vita alternativi e vincendo la resistenza di legislatori conservatori e associazioni impegnate nella salvaguardia della moralità.

 

Uno degli effetti di impatto culturale è stato l’avvento di una pornografia di massa progressivamente legalizzata. La mostra evidenzia come questa affermazione abbia fatto emergere le maggiori criticità della rivoluzione sessuale e dei suoi esiti: una sessualità virata sull’occhio maschile, la persistenza delle gerarchie dei ruoli, l’accento prevalente sul consumo dei materiali proposti a scapito dell’esperienza di vita.

1. Sessuologia e filosofia

Alle origini della rivoluzione sessuale: Wilhelm Reich – L’impatto della nuova sessuologia – Sesso e letteratura – Il romanzo erotico sotto processo – I teorici: Herbert Marcuse e Norman Brown – Gli autori e i temi della rivoluzione sessuale – Le nuove pratiche sociali

 

2 Editoria e cultura tra anni Cinquanta e Sessanta

Playboy e gli altri – Le avventure della Olympia Press – L’editoria erotica esce dalla clandestinità – La sessuologia pop – Il cinema: nudi, censure, processi – Documentari e inchieste

 

3 L’underground

I beat e il libero amore – La stampa della controcultura – Vestire e svestire il corpo: la minigonna e i suoi colleghi – Sex drugs rock’n roll – La rivoluzione sessuale a teatro – Le femministe e i movimenti di liberazione gay

 

4 La pornografia

La legittimazione della pornografia in Scandinavia – L’editoria alla scoperta dell’hard: dalla scienza alla letteratura – Dal super8 al cinema – L’invasione del porno di carta – La Golden Age delle luci rosse al cinema – Le critiche: dalla rivoluzione sessuale all’hard core, e viceversa

 

5 La rivoluzione sessuale: vittoria o sconfitta?

La censura perde colpi … ma non sempre – Il cinema d’autore verso l’esplicito: 1974-1977 – Letteratura e rivoluzione sessuale – La TV italiana tra censura e audacia – La rivoluzione sessuale sotto accusa

SABATO 21 APRILE
Piazza Martiri del 7 luglio ore 17:00
La rivoluzione sessuale al cinema: Catherine Spaak
Catherine Spaak dialoga con Pietro Adamo

 

DOMENICA 22 APRILE
Palazzo Magnani ore 11:00
Sex & revolution! Immaginario, utopia, liberazione (1960-1977)
Visita guidata con il curatore Piero Carizzoni

 

MERCOLEDÌ’ 25 APRILE
Palazzo Magnani ore 16:30
Sex & revolution! Immaginario, utopia, liberazione (1960-1977)
Visita guidata
3 euro + biglietto della mostra non obliterato
Per info e prenotazioni: info@palazzomagnani.it – 0522 444446

 

MERCOLEDÌ 9 MAGGIO
Cinema Rosebud ore 21:00
Fotografia Europea cinema
Porno e Libertà di C. Amoroso (Italia, 2016) 76’
A seguire incontro con il regista
Intero 5 euro, ridotto 4 euro
Per info: 0522 456632 / 456763
A cura dell’Ufficio Cinema del Comune di Reggio Emilia

 

SABATO 12 MAGGIO
Palazzo Magnani ore 16:30
Visita guidata con Pier Giorgio Carizzoni
3 euro + biglietto della mostra non obliterato
Per info e prenotazioni: info@palazzomagnani.it – 0522 444446

 

SABATO 19 MAGGIO
Cinema al Corso ore 11:00
Pornografia e adolescenti nell’era dell’accesso e del consumo
Pietro Adamo dialoga con Matteo Lancini

 

Palazzo Magnani ore 21 e ore 22.30
L’Accumulatore Orgonico
Dimostrazione del funzionamento di un accumulatore di energia orgonica a cura di ORAC
Introduzione con Pier Giorgio Carizzoni e a seguire visita guidata alla mostra
Per info e prenotazioni: 0522 444446

 

MERCOLEDÌ 6 GIUGNO
Cinema Rosebud ore 21
Fotografia Europea cinema
D’amore si vive di Silvano Agosti (Italia, 1984) 93’
Introduzione al film di Silvano Agosti con Piergiorgio Carizzoni
Ingresso gratuito
Per info: 0522 444446

 

SABATO 16 giugno
Palazzo Magnani ore 16:30
Visita guidata con Pietro Adamo
3 euro + biglietto della mostra non obliterato
Per info e prenotazioni: info@palazzomagnani.it – 0522 444446

Sede

Palazzo Magnani
corso Garibaldi 29
42121 Reggio Emilia

1

Orari

giornate inaugurali
20 aprile › 19-23
21 aprile › 10-23
22 aprile › 10-20
dal 25 aprile al 17 giugno
venerdì, sabato, domenica › 10-20
Aperture straordinarie
25, 26, 30 aprile e 1 maggio › 10-20

Categoria
Palazzo Magnani