Intervista a… Arianna Zagni

“Cambiare. Fotografia e responsabilità”. Quale è stata la sua personale interpretazione del tema dell’edizione 2013?

Nella mostra “El Dorado” ho interpretato il cambiamento di costume degli abitanti della provincia di Reggio Emilia. Cambiamento dettato da aspetti economici di questa crisi che limita i fine settimana ad un immaginifico El Dorado sull’Enza, sostituendosi  ai lontani weekend al mare. Lontani in quanto proibitivi per molti, rimpiazzati con le rive dei nostri fiumi. In questo modo ho condiviso il tema di un aspetto di cambiamento sociale testimoniato dal mezzo fotografico, testimone senza omertà.

Quando e come è nata la sua passione per la fotografia e che ruolo ha nella sua vita?

Inizialmente appassionata alla fotografia analogica, sempre a livello amatoriale, divento socia ReFoto a partire dal 2010 dopo essermi inserita nell’era digitale. Ho  partecipato e continuo tuttora a seguire corsi di gestione digitale, composizione, libri d’autore, paesaggio ecc. ReFoto è una piattaforma di costante di crescita per questa passione offrendoci la possibilità di crescere costantemente, conoscere fotografi affermati e critici, oltre ad essere spunto di ispirazione per progetti e mostre sia collettive che personali.

INFO MOSTRA | Arianna Zagni