Proiezioni

© Giulia Agostini

© Giulia Agostini

Giunta quest’anno alla seconda edizione, Giovane Fotografia Italiana#02 è promossa da GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani su proposta del Comune di Reggio Emilia. Il progetto, a cura di Daniele De Luigi, prevede una chiamata rivolta ai giovani artisti della rete GAI e una selezione delle opere migliori sulla base del tema conduttore Cambiare. Fotografia e responsabilità. L’obiettivo è fare il punto sullo stato della giovane fotografia italiana promuovendone e valorizzandone i migliori talenti. I lavori dei 12 artisti selezionati saranno proiettati nel corso della serata del 3 maggio e, dal 4 maggio al 16 giugno, saranno visibili in una mostra in forma di proiezione con sonorizzazione originale all’Officina delle Arti.

scarica qui bio e concept dei selezionati

Venerdì 3 maggio, ore 21.30_Piazza S. Prospero

USER GENERATED CONTENT. EXHIBITION 2.0.

Marco Castaldi in arte Morgan Dj Set. Immagini Giovane Fotografia Italiana#02 progetto a cura di Daniele De Luigi. In collaborazione con GAI Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani.

Sabato 4 maggio, ore 17.00_ Officina delle Arti

La Giovane Fotografia Italiana#02 racconta il cambiamento

Selezione dagli archivi della rete GAI a cura di Daniele De Luigi. In collaborazione con GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani.
Giovanni Catellani Assessore Cultura e Università Comune di Reggio Emilia, Daniele De Luigi, curatore Luigi Ratclif segretario GAI e i fotografi incontrano il pubblico.

Sabato 4 e  domenica 5 maggio, ore 11.00-22.00; dal 6 maggio tutti i giorni, ore 18.00-24.00_Officina delle Arti

La Giovane Fotografia Italiana_#02 racconta il cambiamento

Mostra in forma di proiezione con sonorizzazione originale dei lavori dei 12 artisti selezionati dagli archivi della rete GAI a cura di Daniele De Luigi. In collaborazione con GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani.

GIOVANE FOTOGRAFIA ITALIANA #02

Quello del cambiamento, e di come identificarlo e interpretarlo, è evidentemente un tema di grande significato per un giovane artista. A maggior ragione se si tratta di un fotografo, che deve individuare nel mondo visibile – che lui stesso abita – i segni di qualcosa che è così presente, ma anche così aleatorio e inafferrabile. Qualcosa che per definizione si pone in antitesi rispetto all’hic et nunc del momento fotografico, potendo esistere solo nello svolgersi della dimensione temporale.

La giovane fotografia italiana, anche in questa occasione, ha di nuovo dato prova della sua vitalità, della sua capacità di esplorare le realtà, trovando per esse nuove chiavi di lettura. Testimoni del cambiamento che le investono incessantemente, spesso senza che ce ne accorgiamo, sono i luoghi e gli oggetti, i corpi degli altri e il nostro corpo, e anche le fotografie stesse, non appendice ma parte integrante e viva della nostra esistenza. I dodici giovani artisti selezionati, ciascuno a proprio modo, dimostrano con grande consapevolezza quanta responsabilità abbia l’immagine fotografica, oggi, nello svelare e indirizzare il cambiamento.

Daniele De Luigi

 

Claire Obscure à Fukushima © Carlos Questa / Guillaume Bression

Claire Obscure à Fukushima © Carlos Questa / Guillaume Bression

Sabato 4 e domenica 5 maggio, ore 11.00-22.00_Officina Delle Arti

Circulation(s). Festival de la Jeune Photographie Européenne

Selezione dall’edizione 2013 del festival promosso da Fetart e diretto da Marion Hislen.

Il meglio della giovane fotografia europea, con gli artisti selezionati dal festival parigino Circulation(s).

Fotografia Europea rinnova la collaborazione con Circulation(s). La manifestazione parigina, promossa da Fetart e diretta da Marion Hislen, è un circuito dedicato esclusivamente ai giovani fotografi e punto d’incontro europeo per gli operatori del mondo dell’immagine. Sugli schermi dell’Officina delle Arti scorrerà una selezione dall’edizione 2013 di Circulation(s), con artisti provenienti da tutta Europa.

Questi i loro nomi:

Carlos Ayesta & Guillaume Bression (Francia), Mindaugas Azusilis (Lituania), Isabelle Blanc (Francia), Nolwenn Brod (Francia), Olivier Brossard (Francia), Jean-Jacques Calbayrac (Francia), Sarah Carp (Svizzera), Joël Curtz (Francia), Cristina de Middel (Spagna), Federica de Ruvo (Italia), Baptiste de Ville d’Avray (Francia), Maxence Dedry (Belgio), Colin Delfosse & Julie David de Lossy (Belgio), Morgane Denzler (Francia), Ieva Epnere (Lettonia), Delphine Gatinois (Francia), Marie Gruel (Francia), Stan Guigui (Francia), Miguel Hahn & Jan-Chistoph Hartung (Germania), Thomas Herbrich (Germania), Isabel Kiesewetter (Germania), Sabine Koe (Austria), Moritz Krauth (Germania), Olivia Lavergne (Francia), Elodie Ledure (Belgio), Laureen Machu (Francia), Thomas Martin (Francia), Françoise Michaud (Francia), Juuso Noronkoski (Finlandia), Philippe Pétremant (Francia), Klaus Pichler (Austria), Maria Pleshkova (Russia), Susanna Pozzoli (Italia), Marie Queau (Francia), Virginie Rebetez (Svizzera), Manon Recordon (Francia), Dominique Secher (Francia), Daniel Seiffert (Germania), Valentina Vannicola (Italia), Vladimir Vasilev (Bulgaria), Valentine Vermeil (Francia), Chantal Vey (Belgio), Sandy Volz (Germania), Patrick Willocq (Francia).