Costas Ordolis

© costas ordolis

Costas Ordolis, Argos, a city in Pelonesse , 2010 © Costas Ordolis

Grecia. Angelica luce nera

mostra a cura di Elio Grazioli

Sede e orari

Chiostri di San Pietro
via Emilia San Pietro, 44/c
42121 Reggio Emilia

venerdì 11 maggio aperto dalle 18.00 alle 24.00; sabato 12 e domenica 13 maggio dalle 10.00 alle 24.00; dal 17 maggio al 24 giugno aperto giovedì e venerdì dalle 19.00 alle 23.00; sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 23.00; chiuso lunedì, martedì e mercoledì

Mappa

Angelica luce nera è la luce dei nostri tempi, quella di cui diciamo non aver mai fatto esperienza prima; la luce che non è reminescenza di qualche cosa, la luce di cui non vogliamo sapere cosa ci ricorda.
La luce della Grecia è stata oscurata con un po’ di nero, non è colpa della luce ma di come noi la percepiamo. C’è ancora l’ottimismo, la libertà e il piacere di poter bere il caffè o l’ouzo con gli amici per ore. Ma tutte queste cose non sono luminose come in passato, qualcosa di molto profondo genera pensieri e grandi preoccupazioni. Non solo per quello che sta accadendo ma soprattutto per quello che è dietro a tutto ciò.
La mia fotografia non mostra eventi specifici, non documenta, non avvalora nessuna ipotesi su quello che sta succedendo. Cerca piuttosto di creare un’atmosfera, di rendere emozioni, di guardare luci offuscate e ombre distorte, di esplorare le caratteristiche del bianco e nero odierno, le forme e gli stili, tutti questi innumerevoli stimoli del quotidiano che costituiscono la nuova realtà visiva negli occhi dei Greci in crisi.
Infatti l’evento non è predominante nelle mie fotografie, mi interessa di più la suo eco, l’aura che genera qualcosa e persiste sulla sua scia. Non tanto le persone quanto i loro segni, le loro impronte, la polvere sollevata dai loro passi, quel ricordo che il fruscio che la loro presenza attorno a noi sa creare.
Quello che sto cercando di fare non è tanto parlare delle situazioni delle persone, quanto ricreare la loro vita attraverso la fotografia. Usando personali forme visive, cerco di articolare un linguaggio fotografico chiaro che sento di costruire costantemente ma non so se sarò mai in grado di delineare in modo definitivo.

[nggallery id=10]

BIOGRAFIA

Ama definirsi il “flaneur” patito della street photography. Negli ultimi venticinque anni ha realizzato fotografie in bianco e nero. Recentemente ha cercato di aggiornare il suo stile personale nel ritrarre paesaggi e scenari urbani elaborando nuove modalità rappresentative.
Ha viaggiato a lungo in Grecia e in Europa, accompagnato da sua moglie Nina Kassianou, celebre curatrice artistica greca.
Nonostante questa sua predilezione per la fotografia outdoor, per molti anni ha lavorato come fotografo di scena nei più importanti teatri della Grecia.
Una selezione di queste fotografie è raccolta in Shapes and Shadows from the Theatre, libro edito nel 2009. Ordolis ha pubblicato altri 6 libri.
Ha studiato economia e marketing e ha lavorato principalmente come vicedirettore presso l’ufficio marketing e commerciale della Public Power Corporation in Grecia.