Alexa e Irène Brunet

Alexa Brunet, Arroseuse à rosée, France 2009, 60x60cm © Alexa Brunet/ transit

Habitants Atypiques

fotografie Alexa Brunet, testi Irène Brunet
grafica Maude Grübel

Sede e orari

Villa Zironi
viale Timavo, 18/a (angolo via della Racchetta)
42121 Reggio Emilia

venerdì 11 maggio aperto dalle 18.00 alle 24.00; sabato 12 e domenica 13 maggio dalle 10.00 alle 24.00; dal 17 maggio al 24 giugno aperto giovedì e venerdì dalle 19.00 alle 23.00; sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 23.00; chiuso lunedì, martedì e mercoledì

Mappa

Alexa e Irène Brunet, seguendo il passaparola, sono partite alla ricerca attraverso la Francia di abitanti-cittadini atipici, per scoprire e condividere il loro quotidiano.

Mescolando istantanee e messe in scena in cui i protagonisti recitano una parte, le fotografie si sono affrancate dal contenuto puramente documentario. Il progetto fotografico è accompagnato da una serie di testi che trasfigurano la realtà per descrivere un incontro con un “popolo abitante” fantastico. Questi ritratti poetici, che combinano reale e immaginario, invitano lo spettatore a posare uno sguardo nuovo sull’ambiente che lo circonda.

Attraverso una ricerca durata quattro anni, hanno raccontato stili abitativi e modi di vivere atipici. Hanno fotografato persone che, spinte dalle loro convinzioni,  hanno deciso di vivere diversamente, lontano dalle grandi città. Si sono, dunque, improvvisati costruttori in tutta libertà, soli, in famiglia, o in gruppo. Le loro costruzioni cosiddette “selvagge” sono piene di fascino e d’inventiva, propongono degli altri modi di pensare e di vivere.

Forti delle loro convinzioni, pieni di energia e di idee nuove, il loro impegno passa attraverso l’azione. Rispettare le loro convinzioni implica la trasgressione della norma; la loro maniera di essere cittadini e responsabili é quella di seguire le vie alternative dell’autocostruzione e spesso di mettere in discussione il funzionamento della nostra società.

Le loro scelte ci spingono a interrogarci sui nostri modi di vivere attuali e ci ricordano che è possibile vivere diversamente.

[nggallery id=3]

BIOGRAFIA

Alexa Brunet è nata nel 1977 e ha studiato all’Art College di Belfast e poi all’ENSP di Arles. Dal 2002 lavora nel sud della Francia dove si è unita al collettivo di fotografi Transit (Marsiglia-Montpellier), col quale lavora principalmente per la stampa. Contemporaneamente porta avanti, sia in Francia che all’estero, diversi progetti fotografici in collaborazione con scrittori. Viene regolarmente invitata a esporre e a partecipare a residenze per artisti. Dal 2009, tiene dei seminari sull’immagine e la narrazione.

Nel 2007 ha pubblicato con Florence Vialettes per le edizioni Le bec en l’air POST, ex-Yougoslavie, nel 2010 Habitants Atypiques con sua sorella Irène per Editions Images en Manoeuvres e, nel 2011, En Somme  per le edizioni Diaphane. Le sue immagini sono diffuse da Picturetank, fonte di immagini di fotografi indipendenti.

 

Irène Brunet è nata nel 1981 ed è laureata in Lettere Moderne. Fino al 2008 si dedica all’insegnamento per poi indirizzarsi a tempo pieno verso la scrittura e lo spettacolo.
Attualmente è narratrice e attrice e collabora con le compagnie CCDM (Centre de Création et de Diffusion Musicales) e La Moutre, con la quale crea i propri spettacoli.
Contemporaneamente, Irène lavora nelle scuole dove tiene atelier culturali sul racconto, la scrittura e la letteratura per l’infanzia. Oggi vive in riva alla Loira e produce i suoi spettacoli teatrali.