Premio Circuito OFF

È Marcello Donadelli il vincitore del circuito Off!

Modenese, appassionato di arti visive e di musica, si è aggiudicato la possibilità di partecipare da protagonista alla prossima edizione del festival presentando un suo specifico progetto. La sua mostra The other cities, esposta all’ostello della Ghiara e tesa a raccontare quanto nelle ore notturne ogni città si trasformi in qualcosa di diverso da ciò che ci è noto, è stata selezionata tra gli oltre quattrocento progetti dell’Off tra città, provincia e portfolio online dal comitato scientifico del festival di Fotografia Europea composto da Diane Dufour, Elio Grazioli e Walter Guadagnini.

La notte cambia la nostra percezione dei luoghi che frequentiamo o visitiamo di giorno. Quelle raccolte in questa serie sono cartoline notturne di posti conosciuti o di altri luoghi mai visti, in altre città. Piccole esplorazioni. Escursioni in orari inusuali che mostrano un volto diverso da quello che la semplice routine può mostrare

 

 

Secondo posto per  Elvira Macchiavelli con la mostra I viaggi dell’abbandono, fotografie scattate durante i suoi viaggi in Europa. 

I soggetti sono singolari strutture abbandonate dalla forte carica artistica ed emotiva; vegetazione indomita, nuove strutture architettoniche, avventure da ricordare e da mostrare. Le strade percorse durante i viaggi diventano un punto di incontro per nuove narrazioni e nuove esperienze

 

Terzo posto con il portfolio online Paesaggi per Claudio Pasero, che da decenni lavora con le immagini, sia sul versante teorico che in quello della produzione, dove ha operato negli ambiti dello spettacolo, della comunicazione e della ricerca artistica.

 

Il circuito OFF è sostenuto da Librerie Coop
Leggi di più sui tre progetti vincitori: Marcello Donadelli // Elvira Macchiavelli // Claudio Pasero

ULTIME DAL BLOG
2 Commenti
  • Saverio Impellizzeri
    Pubblicato alle 16:49h, 17 luglio Rispondi

    Salve sono Saverio Impellizzeri
    uno dei partecipanti alla sezione off e guardando le immagini dei vincitori scattate in mezza Europa mi chiedo cosa ha valutato la fantasmagorica giuria di queste immagini, dato che il concept era
    “LA VIA EMILIA” ? Il povero Ghirri (ne nomino uno sopra tutti) rabbrividirebbe osservando la scarsissima attinenza tra le immagini sopracitate e la via Emilia .
    Ritengo che se il compito intrinseco delle immagini sia quello di dare voce ad uno spazio BEN PRECISO ,in questo caso si è data importanza a qualcosa non visibile in foto…
    Saverio Impellizzeri

    • Redazione
      Pubblicato alle 12:27h, 18 luglio Rispondi

      Buongiorno Saverio, il concept di quest’anno non prevedeva di concentrarsi esclusivamente sulla via Emilia, ma il complemento di titolo “Strade, viaggi, confini” suggeriva (anche partendo dalla via Emilia, ma anche no) di aprirsi ad altre strade, ad altre zone geografiche e ad altri temi come il viaggio, l’esplorazione, i confini, l’immigrazione.
      Grazie per la partecipazione, arrivederci all’anno prossimo!

Invia un commento